Promotore instancabile e sostenitore di iniziative culturali e campagne sull’alimentazione, aventi come tema centrale il pane, rivolte per la maggior parte alle Scuole Primarie1, il Forno Faffa è stato redattore del Manifesto sulla denominazione del Pane Fresco e sostiene fermamente la campagna sul recupero e l’utilizzo del pane raffermo al fine di ridurre gli sprechi.

 

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Concorso Faffa Enzo “Il pane per amico”

Negli anni scolastici 2003/2004 e 2004/2005, il Forno Faffa ideò questo concorso rivolto inizialmente a tutte le classi della Scuola Elementare Leone Antolini di Ponte Valleceppi, poi ampliato anche alle classi della Sez. distaccata della Scuola Media Ugo Foscolo, invitate a partecipare con disegni, temi, poesie, aneddoti, rappresentazioni ed elaborati scientifici riguardanti il pane, al fine di promuovere il valore del pane artigianale. La commissione giudicante premio’ le classi vincitrici alla presenza di cariche scolastiche e istituzionali comunali in occasione della Festa Nazionale del Pane (25 Maggio) con una somma destinata alle attivita’ didattiche degli alunni.

 

“Musica: pane per l’uomo”

Lo stesso concorso e’ stato riproposto alla stessa Scuola Elementare, con la collaborazione della Nuova Scuola di Musica dell’Accademia Filarmonica V. Puletti di Ponte Felcino nella persona del M° Andrea Franceschelli, negli a.s. 2011/2012, 2012/2013, 2013/2014, con una chiave di lettura musicale tramite il progetto “MUSICA: PANE PER L’UOMO”, volto a promuovere la pratica strumentale in eta’ scolare come valore universale e tradizionale e come collante del nostro territorio, con l’assegnazione di Borse di studio previo concorso di esecuzione musicale.

 

“Pane libera tutti”

pane_libera_tutti_rollup
Clicca per ingrandire

Ultimo in ordine cronologico, ma forse il piu’ importante, nel 2012 il progetto realizzato grazie all’impegno e all’organizzazione della CCIAA di Perugia e alla sensibilita’ del suo Presidente Dott. Ing. Giorgio Mencaroni, dal titolo “PANE LIBERA TUTTI”. Rivolto agli alunni delle Scuole Primarie di tutto il territorio provinciale, accolto e partecipato con enorme successo, e’ nato per valorizzare l’impegno dei panificatori artigiani in un momento di crisi del “prodotto pane” dovuto ai nuovi fenomeni distributivi (GDO) e conseguentemente al cambiamento degli stili di vita e delle abitudini alimentari dei consumatori finali e per contribuire alla diffusione di sani principi alimentari e di corretti stili di vita tramite eventi ludici ed educativi con lo scopo di avvicinare i bambini alla “cultura del buon pane” e di aiutare i genitori a riscoprire i sani valori che il “pane” porta in se’.

 

Manifesto del pane fresco

Condizioni:
É il pane posto in vendita al consumatore finale entro e non oltre la giornata nella quale è stato completato il processo di lavorazione;
É il pane prodotto secondo un processo continuo, senza interruzioni, a partire dalla materia prima fino alla completa cottura finale;
É il pane ottenuto con cottura di un impasto che non ha subito surgelazione o congelamento, ma solo una lievitazione continua e naturale, senza l’aggiunta di additivi chimici;

Garanzie:
Il pane così prodotto è qualitativamente di buon livello e rispettoso di un metodo di lavoro che affonda le proprie radici nella nostra tradizione alimentare.
Non vogliamo, con ciò, discriminare il prodotto surgelato, ma far sì che il consumatore sappia cosa sta mangiando: un pane fresco o un prodotto surgelato a cui è stata data l’ultima doratura.

Chi siamo

la nostra azienda lavora all’insegna della tipicità, genuinità e continuità al servizio della nostra clientela, fornendo non solo un servizio di vendita e produzione quotidiane, ma anche ordinazioni per occasioni speciali e cerimonie.

Contatti

  • Faffa Il Fornaio dal 1851 s.a.s. di Faffa Valentina & C.
  • Via Gramsci, 9/11
    06135 Ponte Valleceppi, Perugia

  • (+39) 075.6920122

  • info@faffailfornaio.it

    Facebook

    IL TORCIGLIONE

    In #umbria uno dei dolci tipici della #vigiliadinatale è il #torciglione che sembra affondi le sue radici nel mondo pagano
    La sua forma richiamerebbe la ciclicità delle stagioni
    Il suo #nome ha origine #medievale ispirato ad una preparazione dell’ #anguilla del #lagotrasimeno da parte delle monache dell’ #isolamaggiore
    L’ aneddoto racconta che il dolce venne creato in occasione della visita di alti prelati del Papa che giunti di venerdì avrebbero dovuto mangiare il pesce. Non avendo però a disposizione niente di pescato quel giorno, la monaca cuciniera improvvisò con ciò che aveva a disposizione un dolce che avesse la forma dell’anguilla del Trasimeno...e a quanto pare se la tradizione è arrivata fino ad oggi, l’idea fu un #successo !!!
    .
    .
    .
    #faffa #bakery #perugia #tradizione #storia # qualità #christmas #cake #sweet #snake #trasimenolake #almonds #foodporn #visitumbria #foodblogger #pastry #yummy #visitperugia @ig_italia @lonelyplanet
    ... See MoreSee Less

    💫 ... See MoreSee Less

    1 week ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    Fino al 1981 (anno in cui fu inaugurato il nuovo negozio nei locali dove si trova ancora oggi, accanto alla vecchia sede) dietro a quei sportelloni verdi al civico 7 di via Gramsci, c’era la vetrina del forno del nonno Enzo e della nonna Argentina. Tanti clienti ricordano i bei Maritozzi esposti uno sopra l’altro e l’acquolina in bocca che facevano venire! Il babbo ci ha sempre raccontato come il venerdì pomeriggio lui e lo zio (giovani studenti) venivano ingaggiati in laboratorio dal nonno per la preparazione della “biacca” (la chiara dell’uovo sbattuta) da spennellare sopra i maritozzi prima di essere infornati nuovamente per l’ultima doratura, pronti per essere messi in vendita il giorno successivo, sabato, per i bambini della scuola. Solo un giorno, solo il sabato...e che festa era per quei ragazzini ai quali la propria mamma dava 25 lire per comprarsi questo premio come merenda!
    Ancora oggi la nostra ricetta è la stessa dei nonni. Ancora oggi chi, di quei ex-scolaretti, passa a trovarci si illumina quando vede i nostri maritozzi!

    📌 In occasione del #maritozzoday SABATO 3 DICEMBRE saranno disponibili in vari gusti e quantità!!
    ➡️ Passa a trovarci al forno o al @ilgolosobistrot per una dolce e tradizionale colazione!
    ☎️ Puoi ordinarli per una dolce sorpresa a chi ami anche allo 075.6920122

    W il maritozzo ❤️
    .
    .
    .
    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #famiglia#differentchoice #differentcake #differentbread #maritozzoday #yhummi #localfood #kmzero #visitumbria @lonelyplanet @italia @ig_italia @gambero_rosso @bellitalia_magazine
    ... See MoreSee Less

    1 month ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    Le nostre #favedeimorti non hanno bisogno di tante spiegazioni…sono #storia ❤️
    .
    .
    .
    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #greenlifeproject #prodottiagricolidifiliera #differentchoice #differentcake #yhummi #ognissanti #impastatoamano #localfood #lievitomadre #kmzero #visitumbria
    ... See MoreSee Less

    1 month ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    .

    “Ar tempo che la gente popolana
    bruscava ancora er pane sur carbone,
    a Roma lo chiamaveno “Cappone”
    come “Fettunta” dicheno in Toscana.
    ‘Na fetta de pagnotta paesana,
    co’ sale ajo e ojo, a colazione
    fa bene: l’ajo è contro l’infezione,
    l’ojo è un toccasana.
    Se magni solo, te la pòi aggustà
    a la burina, senza che te tocca
    sta’ a bocca chiusa pe’ smorzà er cròcrà.
    Carica d’ajo, è inutile a discute,
    certo nun spunteranno fiori in bocca
    ma l’alito profuma de salute”.
    (Aldo Fabrizi)
    .
    .
    .
    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia
    #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #prodottitipici #bread #italianfood #umbrialovers #umbriafood #umbriaintavola #foodie #foodblogger #goodmorning #frantoio #oliveoil
    ... See MoreSee Less

    Invia un messaggio

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy
    Si autorizza al trattamento dei dati personali. Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”)