Il pane e la nostra salute

Pane bianco o pane scuro?

“Un cane alimentato a pane bianco puro ed acqua non vive più di 50 giorni; un cane invece alimentato a pane ordinario di munizione, vive e si mantiene sano”.
L’11 marzo 1826, il periodico londinese Lancet così comunicava ai lettori di un esperimento condotto per dimostrare la superiorità del pane integrale su quello di farina raffinata. La polemica fra i sostenitori del pane bianco e quelli del nero aveva raggiunto il suo apice, dopo secoli in cui il primo aveva relegato il secondo nel triste ruolo di cibo per poveri. Già presso i Greci e i Romani il pane bianco era simbolo di benessere. Allo stesso modo si proseguì nei secoli successivi: rozze forme scure per la plebe, candidi panini per i signori, per i quali questo cibo era solo il complemento di altre pietanze. Nel XVIII secolo, in Inghilterra, grazie alla meccanizzazione, avvenne un rivoluzionario cambiamento: i grandi mulini  e le moderne macine misero tutti in grado di approvvigionarsi con poche monete dell’agognata farina bianca. Ovviamente per motivi di riscossa sociale la gente volle subito solo pane raffinato. Agli inizi del XIX secolo, fisiologi e scienziati cercarono di dimostrare il valore superiore del pane integrale. Da allora la polemica non si è più chiusa, facendo perdere ai due tipi di pane le loro storiche caratteristiche di classe.

Mangiare il pane: fa bene?

Ricco com’è di carboidrati – sono quasi i tre quarti della sua composizione chimica – il pane rappresenta una grossa fonte di calorie. Contiene anche una notevole dose di proteine vegetali: un etto ne fornisce più di un quarto del nostro fabbisogno giornaliero. Solo la carne è per il nostro corpo una maggiore fonte di proteine: ma se la funzione di quelle animali e di quelle vegetali è identica, certo le prime costano molto più delle seconde. Tra i glucidi l’amido è quello contenuto in maggiore quantità, ma sono presenti anche le destrine, il glucosio e il maltosio, che danno al pane la fragranza.
Sul piano dietetico, c’è chi sostiene l’inutilità dei carboidrati e quindi del pane: ma, a parte il loro insostituibile apporto al favorevole compiersi del metabolismo, non si capisce come si possa dire equilibrato un regime alimentare privo di questi elementi. Nel pane sono presenti inoltre vari grassi, soprattutto in quello integrale, essenziali per l’equilibrio nutritivo. Si tratta di oli pregiati ad alto tasso di acido linoleico, fra i quali la lecitina, uno dei principali nemici del colesterolo. I pregiudizi intorno al pane sono ancora molti: si dice che fa ingrassare, provoca bruciori di stomaco, origina fermentazioni intestinali, ma nulla comprova queste affermazioni. Se qualcuno avesse ancora dei dubbi, ricordi l’insegnamento di Ippocrate; “ciò che ingrassa è l’eccessivo uso di un alimento e l’introduzione in eccesso di calorie al di sopra della richiesta giornaliera, da qualsiasi cibo queste provengano”. Semplice ed inoppugnabile.

Chi siamo

la nostra azienda lavora all’insegna della tipicità, genuinità e continuità al servizio della nostra clientela, fornendo non solo un servizio di vendita e produzione quotidiane, ma anche ordinazioni per occasioni speciali e cerimonie.

Contatti

  • Faffa Il Fornaio dal 1851 s.a.s. di Faffa Valentina & C.
  • Via Gramsci, 9/11
    06135 Ponte Valleceppi, Perugia

  • (+39) 075.6920122

  • info@faffailfornaio.it

    Facebook

    4 days ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    IL PANE DI MAIS
    #Settembre è anche il mese del #panedimais che torna finalmente nelle nostre ceste dopo la #macinatura del nuovo raccolto. Utilizzata sopratutto per preparare la polenta, tipica della tradizione culinaria del Nord e del Centro Italia, la farina di mais è tuttavia ottima per preparare anche il pane. La tipologia che noi utilizziamo è ottenuta dalla macinatura a #pietra che le permette di conservare le parti più esterne del chicco di mais e il germe. Rustica e grossolana, impastata a mano con la nostra pasta madre, formata in piccoli panetti che vengono fatti lievitare lentamente secondo i tempi della lievitazione naturale e infine cotti nel nostro antico forno a legna, permette di ottenere un pane fragrante e soffice allo stesso tempo, dal retrogusto dolciastro e intenso, particolarmente saporito, come i cibi tipici della tradizione culinaria contadina.
    Abbinabile a diverse tipologie di verdura saltata, bruschettato o fresco, è ottimo anche con zuppe o sughetti di pesce.
    Contenendo una scarsissima quantità di proteine in grado di sviluppare glutine, il pane di mais può essere consumato anche di chi ha #intolleranze al #glutine.
    Il mais, alimento principe degli antichi Maya, viene comunemente chiamato anche Granoturco probabilmente per il suo essere considerato un prodotto esotico.
    Gli spagnoli, per opera di Cristoforo Colombo, a partire dal Cinquecento lo esportarono in Europa e grazie alla sua grande capacità di adattamento ai diversi climi, si diffuse velocemente diventando un’importante fonte di nutrimento.
    .
    .
    .

    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #greenlifeproject #prodottiagricolidifiliera #differentchoice #differentcake #differentbread #yhummi #breadlovers #pastamadre #impastatoamano #localfood #lievitomadre #kmzero #visitumbria #september #glutenfree #mais @umbriaturism @italiastyle_umbria
    ... See MoreSee Less

    6 days ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    LA SCARTOCCIATURA
    Settembre è il mese della #scartocciatura del #granoturco e come ci raccontava la nonna, il #maritozzo era il dolce che accompagnava questi bei momenti di festa in campagna. Li preparavano per tutto il contado, come tanti clienti ancora oggi ricordano.
    La “Scartocciatura” era un vero e proprio appuntamento rituale.
    Scartocciare, "scartoccià" in dialetto, significa togliere, scartare le foglie che ricoprono il torso del granturco. Su alcuni cartocci venivano tolte tutte le foglie, mentre su altri, più belli, si lasciava un ciuffo di foglie necessario per la successiva legatura.        
    Il granturco non legato si usava per nutrire gli animali, mentre dall’altro se ne prelevava un quantitativo per portarlo al mulino e ricavarci la farina per fare la polenta, il pane o i dolci.
    Si selezionava tutto, non si buttava nulla: la garza più bella, quella più sana e senza macchie, veniva conservata in luoghi asciutti per poi essere utilizzata per fare materassi per il letto, i torsi essiccati servivano per il fuoco, principalmente per mantenere il calore del camino e risparmiare legna. Si scartocciava la sera, alla luce di qualche debole lampada elettrica o al carburo, seduti attorno al mucchio delle pannocchie. Un lavoro fatto in comune con l'aiuto reciproco.
    Si lavorava in allegria e al termine la festa continuava con il suonatore dell’organetto o della fisarmonica e con l’assaggio dei Maritozzi.
    Ancora oggi la nostra ricetta è la stessa dei nonni, ancora oggi chi si ricorda quelle serate, quando passa a trovarci si illumina nel vedere i nostri maritozzi che tanti bei ricordi hanno accompagnato e continuano a suscitare! Il nostro #maritozzo lo trovi ogni lunedì mattina come dolce tradizionale del giorno oppure su ordinazione quando e come vuoi tu ☎️075.6920122
    .
    .
    .
    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #greenlifeproject #prodottiagricolidifiliera #differentchoice #differentcake #differentbread #yhummi #breadlovers #pastamadre #impastatoamano #localfood #lievitomadre #kmzero #visitumbria #september @umbriaturism @italiastyle_umbria
    ... See MoreSee Less

    1 week ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    DOLCE PANE ALL’UVA 🍇
    Chi lo conosce sa bene di che parliamo 🤩
    ➡️ Se gravitate tra #Umbria e #Toscana nel periodo della vendemmia non potete esimervi dall’assaggiare il nostro superbo #panedolcealluva che sarà per voi una gustosa scoperta alla quale difficilmente potrete mai più rinunciare!!
    Si tratta di una ricetta appartenente alla cultura contadina tramandata oralmente di generazione in generazione, come è avvenuto nel nostro caso grazie ai nostri nonni materni, originari dell’Alto Tevere. Facile intuire i retaggi di una cultura parsimoniosa e attenta agli sprechi, capace di trovare soluzioni gustose come questo dolce.
    Un delicato impasto lievitato di pastamadre, del tutto simile ad una focaccia, farcito con #uvanera dagli acini piccoli, dolce, che ricorda il sapore del mosto e con i semini (che non vanno assolutamente eliminati!), e zucchero.
    L’uva che utilizziamo è ogni giorno raccolta dalle vigne del nostro bellissimo territorio e proviene esclusivamente da vitigni coltivati secondo i principi della #viticoltura #sostenibile. Insomma dal produttore al consumatore, passando per il fornaio che la rende poesia per il palato da gustare ad inizio pasto o come dessert accompagnata ad un dolce vino passito.
    .
    .
    .
    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #greenlifeproject #prodottiagricolidifiliera #differentchoice #differentcake #differentbread #yhummi #breadlovers #pastamadre #impastatoamano #localfood #lievitomadre #kmzero #visitumbria #september #vines #harvest @umbriaturism @italiastyle_umbria
    ... See MoreSee Less

    2 weeks ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    Seguiteci questa sera su RaiUno! È stata un’esperienza nuova e divertente! Grazie alla produzione per averci chiesto di partecipare a questa nuova edizione del programma! Un’occasione che ci ha fatto conoscere anche tante altre realtà imprenditoriali di eccellenza che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo!
    .
    .
    .

    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #prodottitipici #arvoltolo #tradizioniperugine #differentchoice #yhummi #breadlovers #pastamadre #impastatoamano #localfood #foodporn #foodie #visitumbria @salera_azienda @caroma_coffeeroastery @famigliaorro @romepolefitness
    ... See MoreSee Less

    2 weeks ago

    Faffa dal 1851 Il Fornaio

    Seguiteci questa sera su RaiUno! È stata un’esperienza nuova e divertente! Grazie alla produzione per averci chiesto di partecipare a questa nuova edizione del programma! Un’occasione che ci ha fatto conoscere anche tante altre realtà imprenditoriali di eccellenza che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo!
    .
    .
    .

    #faffa #ilfornaio #bakery #perugia #qualità #tradizione #storia #fornoalegna #prodottitipici #arvoltolo #tradizioniperugine #differentchoice #yhummi #breadlovers #pastamadre #impastatoamano #localfood #foodporn #foodie #visitumbria @salera_azienda @caroma_coffeeroastery @famigliaorro @romepolefitness
    ... See MoreSee Less

    Invia un messaggio

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy
    Si autorizza al trattamento dei dati personali. Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”)